Costruzione grezza

La Galleria di base del Ceneri è stata scavata esclusivamente con l’esplosivo. La copertura rocciosa minima è di qualche metro.

La maggior parte dello scavo è avvenuto contemporaneamente in entrambe le direzioni dall’attacco intermedio di Sigirino, con controavanzamenti dai portali di Vigana e Vezia.

L’avanzamento in direzione sud procedette più speditamente del previsto. Era soltanto il 17 marzo 2015 quando, nella canna ovest, cadde il diaframma verso il controavanzamento di Vezia – con circa 13 mesi di anticipo sulla tabella di marcia! Il 21 gennaio 2016 i minatori poterono festeggiare l’abbattimento del diaframma principale, in corrispondenza della canna ovest della Galleria di base del Ceneri, insieme ai numerosi ospiti invitati per l’occasione. La caduta del diaframma è avvenuta con la massima precisione: in verticale lo scarto era di neppure 2 cm, in orizzontale meno di 1 cm.