Avvio della seconda fresatrice nella Galleria di base del San Gottardo nord

Martedì 19 agosto 2003, al cantiere di Amsterg di AlpTransit San Gottardo SA, è stata avviata la seconda fresatrice per l'avanzamento meccanico nella parte a Nord delle Alpi della Galleria di Base del San Gottardo. Fino al 2008, il macchinario scaverà gli 11.4 km del tubo ovest fino a Sedrun.

Sulla fresatrice lunga circa 440 metri si trovano tutte le installazioni necessarie per l'avanzamento e per assicurare la roccia. Il macchinario dovrà prima superare la fase di rodaggio, al pari dell'altra "fresatrice gemella", che dalla fine del mese di maggio 2003 sta scavando nel tubo est. Lo scavo a pieno regime inizierà nel mese di gennaio 2004. Le prestazioni giornaliere dipenderanno dalla geologia. Sulla base delle previsioni, si stima un avanzamento medio di 10.4 metri per giorno lavorativo. In condizioni ottimali potranno essere raggiunte prestazioni giornaliere di 35 - 40 metri. Complessivamente, 50 dei 57 km della Galleria di base del San Gottardo saranno realizzati mediante fresatrici.
La fresatrice è stata ordinata dal Consorzio AGN (Murer AG, Erstfeld, e Strabag AG, Spittal/Drau, Austria) alla ditta Herrenknecht (Schwanau, Germania). Una volta ultimata, la fresatrice del diametro di 9.58 metri e del peso di 3000 tonnellate è stata consegnata dal produttore, smontata in circa 90'000 pezzi e trasportata ad Amsteg. L'unità motrice del peso di 117 tonnellate ha dovuto essere trasportata su una chiatta da Lucertna a Flüelen, sul Lago dei Quattro Cantoni, poiché il carico sarebbe stato eccessivo per alcuni tratti autostradali della A2. Dal mese di maggio 2003 il macchinario viene ricostruito in galleria, nella caverna di montaggio del tubo ovest. Il treno di servizio della fresatrice è stato fornito dalla ditta Rowa Tunneling Logistics AG, Wangn (SZ). Esso contiene tutte le installazioni logistiche necessarie per l'avanzamento.