A Faido procede con successo lo scavo attraverso la sacca della Piora

L'avanzamento attraverso la sacca della Piora nella Galleria di base del San Gottardo procede bene: nel tubo est è stato scavato il 74 per cento della difficile zona geologica. AlpTransit San Gottardo SA prevede l'attraversamento della Piora nel tubo est entro metà ottobre 2008.

A fine agosto 2008 la fresatrice ha raggiunto la sua postazione di attesa nel tubo est a circa 100 m prima della sacca della Piora. In seguito AlpTransit San Gottardo SA ha eseguito un carotaggio attraverso la Piora del diametro di circa 10 centimetri. I risultati di questo sondaggio confermano le prognosi fatte sulla base di perforazioni eseguite in precedenza nella stessa zona. Il tratto di scavo che attraversa la sacca della Piora, composta da roccia ricca di dolomiti, è lungo circa 150 m e non contiene acqua.
La prima fresatrice si trova dal 29 settembre 2008 nella sacca della Piora. L'avanzamento giornaliero è di circa 10 m. Per evitare che la fresatrice rimanga incagliata a causa della forte pressione della roccia, subito dopo il passaggio della testa della fresa vengono posati anelli in acciaio ogni metro. Direttamente dietro la testa della fresa viene inoltre applicata una sigillatura in calcestruzzo proiettato per proteggere la superficie dello scavo. A circa 25 metri dietro la testa della fresatrice viene applicato un anello in calcestruzzo proiettato di 30 cm di spessore.
Nel frattempo è stato scavato il 74% della Piora. Finora la roccia si è presentata stabile. Non vi sono segnalazioni di possibili deformazioni gravi oppure di venute d'acqua. Con questo ritmo di avanzamento si prevede che nel tubo est la sacca della Piora sarà attraversata entro metà ottobre 2008.
L'avanzamento nel tubo ovest si trova a 1'600 m dal tubo est. Si presuppone che la fresatrice nel tubo ovest raggiungerà la sacca della Piora nel primo trimestre del 2009.
Comunicati stampa, 08.10.2008

Stato dei lavori al Gottardo e al Ceneri

I lavori sull'asse del Gottardo procedono. Il 1° ottobre 2008 alla Galleria di base del Ceneri è stato scavato il 78% della Finestra di Sigirino. I lavori di scavo per i due tubi principali non sono ancora iniziati.
Al Gottardo al 1° di ottobre 2008 erano stati scavati 118,4 km tra gallerie, cunicoli e pozzi dei complessivi 153.5 km, vale a dire oltre il 77 %. Ad Erstfeld le due fresatrici procedono molto bene con un avanzamento giornaliero di 14 - 17 m. Ad Amsteg i lavori di betonaggio della volta interna saranno terminati per fine 2008. A Sedrun i lavori di avanzamento nel tubo ovest in direzione sud procedono secondo il programma lavori. Nel tubo est l'avanzamento di scavo si trova in una zona geologica difficile, la quale è più lunga (oltre 100 m) di quella pronosticata. A Bodio i lavori di betonaggio della volta interna nei due tubi sono terminati.
Secondo i programmi di lavoro la caduta del diaframma principale dovrebbe avvenire nella prima metà dell'anno 2011. La messa in servizio della Galleria di base del San Gottardo è prevista per la fine del 2017.