Galleria di base del Ceneri: spettacolare caduta del diaframma della Finestra intermedia di Sigirino

Il 6 novembre 2008, poco dopo le 11, è crollato l'ultimo diaframma del cunicolo di accesso di Sigirino. Per sottolineare questa importante pietra miliare nella Galleria di base del Ceneri ha avuto luogo una breve cerimonia ufficiale.

Dal 15 febbraio scorso è stato scavato, con una fresa meccanica (TBM), il cunicolo di accesso di Sigirino, lungo 2.3 km. Oggi, durante la cerimonia della caduta del diaframma, è stata sottolineata l'importanza di questi lavori, quale pietra miliare della costruzione della Galleria di base del Ceneri.

«I lavori di scavo del cunicolo d'accesso e della caverna operativa sono perfettamente in orario sulla tabella di marcia» conferma Renzo Simoni, Presidente della Direzione di AlpTransit San Gottardo SA (ATG). Da tali caverne di installazione inizieranno i lavori principali della Galleria di base del Ceneri con lo scavo di entrambi i tubi. Denis Rossi, direttore settore Sud di ATG afferma: «Il cunicolo di accesso finora scavato, il cui volume del contratto d'appalto ammonta a circa 85 milioni di CHF (IVA esclusa), diverrà l'arteria logistica per i lavori di avanzamento».

I lavori procedono nel migliore dei modi sia a Camorino, dove è ubicato il portale nord, sia al portale sud di Vezia. A Camorino, oltre ai depositi provvisori di materiale di scavo si stanno effettuando i lavori preparatori di costruzione del canale fugatore. In zona Vigana si stanno inoltre preparando le aree di cantiere che accoglieranno i lavori di scavo del portale che avverranno in contro avanzamento ad esplosivo. Al portale sud di Vezia, si stanno tuttora preparando le aree che ospiteranno la galleria in trincea.
I lavori alla Galleria di base del Ceneri stanno dunque procedendo bene su tutti i fronti.

Lo scavo dei due tubi inizierà non appena verranno aggiudicati i lavori per il lotto principale. Al momento sono in fase di valutazione le offerte.