Galleria di base del San Gottardo: Nessuna rimozione dei tubi di smaltimento delle acque

Una parte dei tubi di smaltimento delle acque posati nella Galleria di base del San Gottardo presentano una durata ridotta. A questa conclusione è arrivato il centro di materia plastica (Kunstoff-Zentrum) di Würzburg incaricato da AlpTransit San Gottardo SA di verificare il materiale. In virtù delle informazioni e dei risultati della commissione d’inchiesta ottenuti, la rimozione dei tubi di smaltimento delle acque già posati non entra in discussione. La messa in esercizio della Galleria di base del San Gottardo alla fine del 2016 non è ostacolata.

Gli esperti incaricati dal committente reputano dimostrato che parte dei tubi di smaltimento delle acque forniti e posati nella Galleria di base del San Gottardo non risultano materialmente e tecnicamente conformi alle specifiche contrattuali. Gli esami di laboratorio attestano una durata ridotta dei tubi contrattualmente non conformi rispetto a tubi dai requisiti richiesti.

Per i settori interessati è stato elaborato un piano di sorveglianza in collaborazione con le FFS. Le analisi del pericolo condotte dal consorzio d’ingegneri hanno stabilito che ad oggi circa 30 chilometri dei totali 456 chilometri di tubature devono essere scrupolosamente sorvegliati.

Di fronte a questo risultato e a seguito di propri esami, il consorzio dei lotti Bodio e Faido è giunto alla conclusione che l’uso quotidiano di tutti i tubi è garantito senza limitazioni per la durata di 50 anni.

Nel mese di agosto 2013, AlpTransit San Gottardo SA ha informato i consorzi coinvolti in merito ai risultati. Nel corso delle prossime settimane, AlpTransit San Gottardo SA inoltrerà loro i dettagli delle proprie pretese. Successivamente i consorzi potranno sottoporre una proposta per l’eliminazione del difetto.

I colloqui bilaterali tra le imprese e il committente in merito a questo tema sono nel frattempo stati intrapresi.

Galleria di base del Ceneri: Ricorso contro le aggiudicazioni dei lavori di tecnica ferroviaria

Il Contro i lotti di tecnica ferroviaria “Armamento ferroviario e logistica” e “Tecnica ferroviaria e coor-dinazione generale” della Galleria di base del Ceneri aggiudicati da AlpTransit San Gottardo SA nel mese di agosto 2013, sono stati inoltrati dei ricorsi al Tribunale amministrativo federale.

12 agosto 2013, il Consiglio d’amministrazione di AlpTransit San Gottardo SA ha aggiudicato per la Galleria di base del Ceneri il lotto „Armamento ferroviario e logistica” di 96 Mio. al consorzio Mons Ceneris, ditta capofila Mancini&Marti SA, e il lotto “Tecnica ferroviaria e coordinazione generale” di 129 Mio. al consorzio CPC, ditta capofila Cablex SA.

Contro queste due aggiudicazioni sono stati inoltrati dei ricorsi al Tribunale amministrativo federale. AlpTransit San Gottardo SA ha la facoltà di esprimersi nel termine di 14 giorni.