Il tubo ovest a Bodio è pronto per la tecnica ferroviaria

Giovedì scorso, il consorzio TAT ha consegnato ad AlpTransit San Gottardo SA il tubo ovest tra Bodio e Faido. Complessivamente, comprese le già avvenute consegne a Sedrun e Amsteg, le tratte pronte per i lavori d’installazione della tecnica ferroviaria raggiungono la lunghezza di 40 km, più di un terzo delle due gallerie di base del San Gottardo.

I circa 15.6 km della tratta tra Bodio e Faido sono stati rimessi ad AlpTransit San Gottardo SA nei tempi previsti e rispettando i criteri di qualità ed i costi preventivati. Il rispetto delle scadenze e dei costi ha potuto essere garantito soltanto grazie all’impegno e alla competenza dimostrati dai collaboratori del Consorzio TAT, dalla comunità d’ingegneri Galleria di base del San Gottardo sud e da AlpTransit San Gottardo SA. I lavori d’installazione della tecnica ferroviaria partiranno dal portale sud di Bodio e, presupponendo il via libera ai lavori da parte della Confederazione, inizieranno il 1. maggio 2010.

La caduta del diaframma principale nella Galleria di base del San Gottardo, lunga 57 km, avverrà presumibilmente nel novembre 2010. Tra Sedrun e Faido i minatori devono ancora scavare circa 4 km di roccia. Complessivamente, a tutt’oggi, sui circa 151.8 km complessivi di gallerie, pozzi e cunicoli previsti sotto il San Gottardo ne sono stati scavati il 93%. La messa in esercizio commerciale della Galleria di base del San Gottardo è prevista per fine 2017.