Installazione della tecnica ferroviaria a Erstfeld

La posa delle installazioni di tecnica ferroviaria procede a pieno regime. Nei mesi scorsi sono stati montati nella canna est, fra Erstfeld e Sedrun, tutti gli impianti provvisori. Attualmente si sta procedendo alla posa dei binari senza massicciata, dei cavi e al loro fissaggio con calcestruzzo. Il nuovo filmato di AlpTransit San Gottardo SA documenta i progressi raggiunti lo scorso anno con riprese assolutamente uniche.

Nell’autunno 2011 è stato dato il via ai lavori d’installazione della tecnica ferroviaria a partire dal portale nord di Erstfeld. In una prima fase sono stati installati i necessari impianti provvisori. Nel febbraio 2012 sono iniziati i lavori dell’impresa generale Transtec Gotthard con il montaggio dei binari fissi. L’installazione si suddivide in diverse fasi. Una volta che le traverse e le rotaie sono state montate, vengono aggiustate con precisione millimetrica. Solo a questo punto si può procedere al getto e alla sigillatura con calcestruzzo. Il getto è effettuato con una “betoniera” mobile, concepita appositamente per i lavori nella Galleria di base del San Gottardo; il cosiddetto “treno del calcestruzzo” misura circa 50 metri e permette di produrre calcestruzzo fresco esattamente nel punto in cui deve essere gettato in opera. Questo metodo consente di realizzare giornalmente circa 220 metri di binari fissi.   

Parallelamente nella Galleria di base del San Gottardo sono in corso di ultimazione le opere di costruzione grezza. Nelle stazioni multifunzionali di Sedrun e Faido le opere di rivestimento interno saranno portate a termine entro fine estate e il prossimo autunno. A maggio 2012 verranno ultimati i lavori di attrezzatura grezza dei cunicoli trasversali e i rispettivi impianti (fra cui le porte di chiusura e gli impianti di ventilazione). A nord, lungo i nuovi tratti realizzati a cielo aperto, stanno sorgendo diversi manufatti. Il muro di sostegno Stägwald, sopra il portale nord della Galleria di base, è già stato realizzato per metà. A sud sta per essere realizzato il Nodo della Giustizia, che consentirà il raccordo tra la linea esistente e la nuova linea di base. Sull’insieme delle aree di installazione sono in corso opere di rinaturalizzazione e di ripristino degli spazi temporaneamente adibiti a cantiere. „Alla fine del 2016 la Galleria di base del San Gottardo sarà pronta per il regolare esercizio“, sostiene fiducioso Renzo Simoni, presidente della direzione di AlpTransit San Gottardo SA. Per quanto riguarda la Galleria di base del Ceneri, finora l’avanzamento ha già superato il 45% dei complessivi 39.78 km di roccia da scavare.

I grandi progressi compiuti sui cantieri del San Gottardo e del Ceneri sono documentati anche nel nuovo filmato dedicato al 2011. Durante tutto l’anno un’equipe ha seguito i lavori sui cantieri AlpTransit. Ne è emerso un documento filmato della durata di 30 minuti che illustra in modo avvincente e spettacolare le fasi e i progressi dell’opera.

Da parte delle FFS , Markus Geyer, responsabile grandi progetti FFS Infrastruttura, ha fatto il punto della situazione in merito ai progetti avviati dalle FFS in vista della messa in esercizio delle due Gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri. Fra gli altri compiti, devono essere curati gli aspetti organizzativi dei due nuovi centri d’esercizio, d’intervento e di manutenzione di Erstfeld e di Biasca; inoltre occorrerà elaborare i concetti di offerta e di orario per l’esercizio ferroviario e garantire l’approvvigionamento di corrente di trazione. In più le FFS realizzano il potenziamento delle linee di accesso ed elaborano, su incarico dell’UFT, i progetti preliminari in vista delle corse di prova sull’asse nord-sud del San Gottardo per il trasporto di rimorchi di 4 m di altezza. Dal 2013, circa 3000 collaboratrici e collaboratori delle FFS e di altri ferrovie seguiranno intensi corsi di formazione per essere pronti a cogliere le nuove sfide.