Le organizzazioni ambientalistiche sono soddisfatte con l'Al-pTransit San Gottardo SA

A inizio giugno 2010 nel cantone Uri continuava la collaborazione tra le organizzazioni ambientalistiche svizzere (USO) e l'AlpTransit San Gottardo SA (ATG). In occasione di una giornata d'informazione l'ATG informava le USO sull'attuale situazione delle misure ambientalistiche nei cantieri NEAT in Amsteg, Erstfeld e Altdorf/Rynächt. Le USO hanno espresso la loro soddisfazione per l'accuratezza con cui sono stati realizzati i singoli provvedimenti.

Dall'inizio dei lavori l'ATG conduce con l'USO (Pro Natura, Rheinaubund, Heimatschutz Svizzera, Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio, Associazione svizzera per la protezione degli uccelli, Associazione Traffico e Ambiente e WWF Svizzera) sopralluoghi regolari nei cantieri della NEAT. Per l'ATG i sopralluoghi costituiscono una parte importante dell'informazione aperta e trasparente.

L'accompagnamento ambientale dei lavori (AAL) che, incaricato dall'ATG, nei cantieri si occupa dell'applicazione delle misure ambientali, durante la giornata d'informazione del 1° giugno 2010 presentava una scelta di oneri essenziali, imposti nelle singole decisioni della procedura d'approvazione (autorizzazioni edilizie). Durante la seguente visita al cantiere tra il portale nord della Galleria di base del San Gottardo in Erstfeld e la stazione di Altdorf, le rappresentanti e i rappresentanti dell'USO hanno potuto sincerarsi sul posto della realizzazione concreta delle misure contro l'inquinamento atmosferico, la protezione delle acque e la lotta contro le piante estranee alla flora locale (neofite invasive).

Una particolare attenzione è stata dedicata allo sviluppo di Walenbrunnen, costituente un elemento centrale delle misure ambientalistiche disposte quale onere riguardante il progetto Alp Transit. Le USO hanno riconosciuto che la prima parte della rinaturazione è stata accuratamente eseguita. Hanno espresso la loro speranza che vengano eseguiti con altrettanta cura anche la seconda tappa, lo smantellamento dei cantieri d'installazione e il design finale e che queste esperienze possano affluire anche in seguito nelle opere di costruzione per la realizzazione dei desideri ambientalistici.