Superata la sacca di Piora

Il 15 ottobre 2008, la fresatrice nel tubo est ha superato gli ultimi metri della sacca di Piora e raggiunto il granito di Medels. Questo tratto era ritenuto molto impegnativo dal punto di vista geologico. I risultati del sistema di sondaggi messo a punto negli Anni 90 e delle recenti perforazioni di sondaggio sono stati confermati pienamente. Durante l'avanzamento non sono stati riscontrati problemi particolari.

Il 28 settembre 2008 la fresa meccanica ha cominciato a scavare i primi metri della sacca di Piora e due settimane più tardi, il 15 ottobre 2008, ha raggiunto il granito di Medels a nord della Piora. Ad un buon ritmo di 10 m al giorno la fresatrice è avanzata nella sacca di Piora, lunga circa 150 m. La roccia è rimasta stabile. Non vi sono segnalazioni di possibili deformazioni gravi oppure di venute d'acqua in questo tipo di roccia ricca di Dolomia.

Per arrivare alla caduta del diaframma tra Faido e Sedrun nel tubo est mancano ancora 9.4 km da scavare. L'avanzamento nel tubo ovest si trova a 1'600 m dietro al tubo est. Si presuppone che la fresatrice nel tubo ovest raggiungerà la sacca dei Piora nel primo trimestre del 2009.

Secondo i programmi di lavoro la caduta del diaframma principale dovrebbe avvenire nella prima metà dell'anno 2011. La messa in servizio della Galleria di base del San Gottardo è prevista per la fine del 2017.