Un terzo della Galleria di Base del San Gottardo è stato scavato

Dei complessivi 153,4 km di gallerie, pozzi e cunicoli del progetto AlpTransit San Gottardo a fine luglio ne sono stati scavati 52,338 km, pari a 34,1%. Le quattro fresatrici in funzione (TBM) hanno scavato finora 16,076 km. Le ferie dell'edilizia tuttora in corso servono a lavori di revisione alle fresatrici. Mentre i lavori di avanzamento ad Amsteg e a Sedrun al momento procedono bene, le prestazioni dell'avanzamento nei comparti di Bodio e Faido mostrano che il ritardo conosciuto di circa un anno, finora accumulato a causa di zone geologicamente difficili, non potrà venir recuperato. Tenendo conto che i lavori sono appena iniziati ad Erstfeld, AlpTransit San Gottardo SA si attende la messa in esercizio della Galleria di Base del San Gottardo nell'anno 2015.

Galleria di Base del San Gottardo
Nel comparto di Bodio la fresatrice (TBM) del tubo ovest ha scavato 5'117,14 m, mentre quella nel tubo est ne ha scavati 4'043,12. Entrambe le fresatrici hanno attraversato, durante l'anno 2003 e nel primo semestre del 2004, diverse zone disturbate geologicamente e impegnative dal punto di vista della tecnica di costruzione. La situazione, in parte difficile, con impiego supplementare di mezzi di assicurazione della roccia, non ha reso possibile il raggiungimento delle prestazioni di avanzamento previste. Già durante l'estate 2003 AlpTransit San Gottardo SA ha comunicato un ritardo sulla tabella di marcia a Bodio. In seguito, grazie all'aumento delle prestazioni nell'avanzamento si poteva presupporre che questo ritardo avrebbe potuto venir recuperato. Da quanto risulta finora, ciò non è possibile. AlpTransit San Gottardo SA attende, in base alle conoscenze attuali, l'arrivo a Faido delle fresatrici durante il 2006 e non, come previsto in precedenza, durante il 2005. La messa in esercizio della Galleria di Base del San Gottardo è prevista per il 2015.

Per poter aumentare le prestazioni nell'avanzamento, sono previste delle migliorie alle fresatrici di Bodio e alle installazione di avanzamento. Sono già terminati i lavori di ristrutturazione per il rivestimento della soletta nelle strutture che seguono la fresatrice, affinchè sia possibile, da subito, posare del calcestruzzo nella soletta, avanzando fino a 30 metri. Piccole migliorie sono già avvenute nel corso dei regolari lavori di revisione durante le ferie dell'edilizia in corso. Un'occasione simile sarà offerta solo durante la prossima pausa dei lavori, prevista tra Natale e Capodanno.

I lavori sulla tratta a cielo aperto a Biasca, al portale sud della Galleria di Base del San Gottardo avanzano bene e nel pieno rispetto di termini e costi.

A Faido la zona disturbata toccata dalla costruzione della stazione multifunzionale è stata completamente superata in direzione sud. In direzione nord, il tubo est ha pure superato la zona di disturbo geologico, malgrado la zona di passaggio verso lo gneiss del Lucomagno sia più lunga e spingente del previsto. L'avanzamento nel tubo ovest si trova nella fase finale della zona di disturbo con roccia particolarmente spingente, dove al momento sono in corso lavori supplementari di assicurazione della roccia.

Nel comparto di Sedrun i lavori di avanzamento procedono bene. Le zone di disturbo previste prima del massiccio intermedio del Tavetsch si è potute superare in entrambi i tubi della galleria senza problemi di natura tecnico-costruttiva e l'avanzamento nel massiccio nord del Tavetsch vero e proprio è ora cominciato. Fino ad oggi non si è ancora incontrata roccia spingente.

I lavori di avanzamento nel comparto di Amsteg proseguono bene. La fresatrice nel tubo ovest ha raggiunto i 3'183,70 metri, mentre quella nel tubo est 3'732,50. In questo modo si è potuta superare entro tempi brevi la zona dell'Intschi, considerata difficile dal punto di vista della tecnica di costruzione. Nel programma di costruzione nella zona di disturbo geologico era stata prevista una pausa di quattro mesi nell'avanzamento per consentire le necessarie misure di assicurazione della roccia. Non si è però optato per questa pausa di entrambe le fresatrici. Ad inizio luglio la fresatrice nel tubo ovest ha raggiunto un nuovo record alla Galleria di Base del San Gottardo, avanzando di 40 m.

Con la posa della prima pietra, del peso di più di quattro tonnellate, a fianco del futuro portale nord ad Erstfeld, il 19 luglio 2004, hanno preso avvio i lavori anche nell'ultimo comparto della Galleria di Base del San Gottardo. Innanzitutto saranno avviati i lavori preparatori per il piazzale delle installazioni. Durante l'estate 2005 dovrebbero venir messi in appalto i lavori per il lotto principale 151 di Erstfeld. Questo lotto comprende la costruzione di due gallerie parallele ad un binario unico della lunghezza complessiva di 7,7 km e l'opera di diramazione in sotterraneo per la futura linea nella montagna. L'inizio dell'avanzamento vero e proprio è previsto per la fine del 2006.

La Galleria di Base del Ceneri
La pubblicazione dei piani relativi alla Galleria di base del Ceneri ha avuto luogo nel mese di aprile 2003. Dopo la decisione del Consiglio agli Stati, avvenuta a dicembre 2003, anche il Nazionale, nel giugno 2004, si è espresso a favore della liberazione dei crediti in materia. Dal 15 giugno al 14 luglio è avvenuta la pubblicazione di alcune modifiche di progetto. A fine anno è prevista la pubblicazione dei piani per le modifiche'tutto Sigirino?, il passaggio faunistico al Dosso di Taverne ed un raccordo ferroviario di Sigirino. L'approvazione dei piani è attesa per metà del 2005, così da consentire l'inizio dei primi lavori durante la seconda metà del 2005. L'inizio dei lavori vero e proprio è previsto per il 2006.